Percezione, sensi e sovranaturale

La percezione della realtà avviene attraverso i nostri 5 sensi: gusto, olfatto, tatto, udito e vista.

Attraverso ognuno dei 5 sensi siamo in grado di comunicare.

Perchè solo 5 sensi (il “sesto senso” è un senso che riguarda una “percezione interiore” che può essere assimilabile esclusivamente ad un contesto sociologico e non fisico)?

Immaginiamo di non avere il senso della vista: ci troviamo in un mondo di ciechi.

Supponendo di essere “nati” in tale mondo non siamo neanche in grado di immaginare cosa possa essere la vista: essa non ci appartiene.

Supponiamo ancora che in questo mondo arrivino due esseri umani dotati del senso della vista: essi sono in grado di comunicare senza utilizzare la comunicazione verbale.

Questi esseri umani potranno divertirsi, in questo mondo di ciechi, “dicendo” di avere doti sovrannaturali! Come?

Incentriamo il discorso sulla comunicazione.

Tra questi due esseri umani è possibile la comunicazione tramite il senso della vista (che nel mondo dei ciechi non è posseduto) e quindi loro, essendo in grado di comunicare tramite la vista appariranno come due essere sovrannaturali in quanto nel mondo dei ciechi non si sa (perchè non si è in grado di percepirlo) cosa sia il senso della vista.

Per i due umani (vedenti) tutto invece sembrerà naturale ed anzi si divertiranno molto ad esprimere le loro strambe doti di comunicazione.

Passiamo al mondo reale: la vista è un senso ben noto, ma chi ci dice che non ve ne siano altri?

Supponiamo che nel nostro mondo arrivino due “esseri” dotati di un sesto senso oltre i nostri cinque.

Essi si divertiranno a comunicare senza utilizzare il senso della vista ne quello dell’udito (che siamo in grado di percepire anche noi): ad i nostri “occhi” questi esseri appariranno come sovrannaturali e sarà per noi inspiegabile il loro modo di comunicare in quanto utilizza un altro senso a noi sconosciuto ma che per questi due “esseri” è del tutto naturale.

Ma in fondo, cosa c’è di strano? Perchè i sensi devono essere cinque? Cosa c’è di strano se due persone sono in grado di comunicare stando zitti e non vedendosi?

Nella nostra realtà ciò è anomalo, sovrannaturale, ma in realtà non c’è nulla di strano… come per noi non c’è nulla di strano nel comunicare con il senso della vista (in un mondo di ciechi).

Semplicemente non siamo dotati di quel senso dei quali i due “esseri” (che sono in grado di comunicare senza sentirsi e senza vedersi) sono dotati.

Perchè non andare oltre i nostri sensi? 😉