MiniMoto Piaggio

Minimoto cinese con motore Piaggio!

Abstract

Il progetto in questione prevede il montaggio del motore Piaggio da Scooter su una Minimoto Cinese.

Le modifiche necessarie sono:

Modifica al telaio.

Costruzione delle piastre di montaggio.

Modifica della canna dello sterzo.

In generale comunque il lavoro e’ complicato piu’ di quello che sembra: adattare la ruota (freno compreso) anteriore dello zip richiede modifiche pesanti.

Oltre questo il comportamento dinamico della minimoto dipende dalla precisione relativa al fissaggio del blocco, esso infatti deve essere perfettamente centrato.

Guarda la photogallery commentata!

Elaborazione (poco dettagliata):

Polini corsa lavorato

Carburatore 21

Multivar

Correttore di coppia Polini

Rapporti primari 14/39

In pista: come è andata, Martedi’ 9 Gennaio Bagheria (PA)

Il comportamento in pista è stato di ottimo livello, le curve le affronta molto bene. Le prestazioni sono elevatissime e sarebbe necessaria una pista sicuramente più grande.

Durante la prova in pieno rettilineo sono caduto, avevo l’avantreno troppo scarico e non potevo correggere la traiettoria, appena si è ricaricato l’avantreno avevo la ruota leggermente girata e non sono riuscito a tenerla; la minimoto ha fatto 3 capriole ma nonostante ciò si è fatta davvero poco (vedi foto).

Principi guida

Il linea di massima, il montaggio di un motore su un telaio non e’ una cosa facile: le modifiche da fare sono notevoli e il tutto deve essere preventivato molto bene prima di cominciare.

La precisione e’ obbligatoria: niente puo’ essere fatto in modo approssimativo.

Il motore deve essere centrato perfettamente e in linea di massima deve essere più arretrato possibile (per evitare ribaltamenti in accellerazione) e generalmente il tutto dovrebbe essere caricato sul davanti, per quanto possibile.

Il nemico piu’ grande per un telaio di questo tipo (è ferraccio gressissimo!) sono le vibrazioni, è facile ritrovarsi con il telaio in due (e penso che prima o poi mi ci ritrovero’) dunque dobbiamo fare di tutto per evitare che cio’ accada; per questo ci vengono in aiuto i silent block: sono dei pezzi di gomma che si frappongono tra telaio e motore ed hanno il compito di assorbire le vibrazioni. Ogni punto di giunzione deve essere dotato di silent block molto spesso.

Nulla va fatto a caso: anche se al massimo si rischia qualche caduta, non è piacevole.

Motore decentrato, precisione scarsa, errori possono essere dannosi!

ATTENZIONE!!!

Modifiche al telaio

Il telaio è stato modificato come in foto (la modifica è simmetrica per entrambi i lati):

E’ stata modificata anche la canna dello sterzo per il montaggio della ruota (e freno) anteriore dello zip.

Canna di sterzo

La ruota dello Zip non puo’ essere montata sul telaio perche’ non c’e’ lo spazio: accorciando la canna di sterzo (A) la piastra (B) puo’ essere fissata piu’ in alto lasciando lo spazio sufficiente alla ruota.

Alla ruota dello zip sono state levate le palline (che facevano da cuscinetto) e sono state sostituite con dei cuscinetti veri e propri (e’ stato possibile adattare quelli della ruota originale della minimoto), una serie di distanziali fanno il resto.

Piastre di montaggio

Per il montaggio del blocco sul telaio e’ necessario crearsi delle piastre di montaggio in alluminio per poter adattare gli attacchi del banco motore al telaio

Sono stati creati degli attacchi anche al perno principale del blocco per rendere il banco più stabile:

Marmitta Artigianale

Ho costruito anche una Marmitta Artigianale per la Minimoto!

Rispetto la Leovince SP3 ho dovuto rivedere pesantemente le regolazioni, soprattutto la carburazione.

I risultati sono stati esaltanti, il comportamento della minimoto è cambiato moltissimo.

Il tiro agli alti è notevolmente aumentato: il pericolo nel guidarla pure!

Mi ero abituato a guidarla con l’SP3 e lo facevo senza problemi e senza timore: adesso dovrò riabituarmi, la minimoto risulta molto più ingestibilie e imprevedibile.

Ad orecchio posso dire che mi fa circa 2000 giri in più rispetto prima.

Spero di fare delle prove oggettive il più presto possibile.