Democrazia, fulcro sociale perfetto?

Che la democrazia sia un buon compromesso utile per il governo di un popolo non c’è alcun dubbio.

Ma dove finisce quel tanto di buono che c’è nella democrazia?

Ogni individuo ha il diritto di esprimere un voto.

Ma siamo sicuri che il voto espresso da un “Enrico Fermi” abbia lo stesso “peso sociale” di quello espresso da una “Flavia Vento” ?

Il fattore culturale sicuramente incide sulla scelta dei parlamentari.

Il parlamento dovrebbe rappresentare l’italia, ma quella buona: ne quella dei disonesti, ne quella degli stupidi ed ignoranti!

Purtroppo la perfezione non sembra esistere, e la democrazia ne è l’esempio: nonostante ciò credo che sia il miglior compromesso comunque.

Probabilmete, infatti, non esiste una “scelta perfetta“: esiste la scelta della “meno peggio”!